Poltrona Frau \2

poltronafrau.gifDany-Log raccomanda di stare alla larga dal collocamento di Poltrona Frau ed ecco che al primo giorno di quotazione il titolo registra una variazione positiva del 40%. Mica male. Ho cannato?

Direi di no e non mi rimangio una parola dell’analisi precedente. Rispondo piuttosto con una citazione che credo sia di Newton: “Posso prevedere il moto delle stelle, ma non l’irrazionalità che governa gli uomini”.

Come già detto, il gruppo Poltrona Frau è stato valutato con valori decisamente superiori a quelli di altre società attive nel lusso, senza tuttavia avere gli stessi livelli di redditività. E’ una società che si è indebitata per fare un’acquisizione importante e con poco senso (Cassina) con il solo scopo di rendersi più appetibile alla borsa. Ora che Poltrona Frau si è caricata di debito ed ha raggiunto mediante la crescita esterna una dimensione decente, il fondo di private equity “Charme” vende le proprie azioni in Borsa insieme all’altro azionista di riferimento, Moschini. Infatti il collocamento di Frau è costituito per il 90% da vendita di azioni esistenti e solo per il 10% da un aumento di capitale che porta nuove risorse fresche nell’azienda a supporto dell’indebitamento.

Con quale faccia Montezemolo va in televisione a dire che vuole impegnarsi nel polo del lusso quando vende metà della sua partecipazione in borsa? Avesse voluto sostenere davvero il lusso nell’arredamento, forse avrebbe strutturato l’offerta come un puro aumento di capitale e non ne avrebbe approfittato per alleggerire la sua esposizione a Poltrona Frau insieme all’azionista fondatore.
Sembra assurdo, ma la figura di Montezemolo, reduce dai successi di Ferrari e Fiat, è la chiave per comprendere l’ottima performance borsistica di un titolo collocato a livelli già piuttosto alti. Le richieste per Poltrona Frau sono state enormi, si parla di una domanda superiore a 16 volte l’offerta. In questi casi l’assegnazione delle azioni avviene per sorteggio, non potendo accontentare tutti. Quanto sia trasparente questo sorteggio non si sa. Io so solo che su tre amici che hanno richiesto le Poltrona Frau nessuno è riuscito ad averle. Era facile aspettarsi che molti dei piccoli azionisti non accontentati in fase di collocamente avrebbero comprato sul mercato facendo lievitare il prezzo del titolo di un 40%. A questo il fondo Charme e Moschini, che pure si sono impegnati in un accordo di lock-up di un anno (divieto di vendere azioni sul mercato), saranno tentati di realizzare ancora un po’ di profitto. Ci faranno un pensierino anche i fortunelli che hanno acquistato in fase di collocamento e che ora si ritrovano in portafoglio una plusvalenza del 40%. E così sarà facile aspettarsi che il titolo torni ai prezzi di collocamento se non più bassi.

Insomma, la società me la sono studiata ed è venduta a prezzi già molto alti rispetto agli attuali livelli di redditività. Prezzi molto alti potrebbero essere giustificati da ottime prospettive di crescita, ma il settore dei mobili di lusso non mi pare così promettente. Se dovessi investire il TFR per riprenderlo ra 15 anni, non sarebbe in Poltrona Frau che andrei a mettere le azioni. E’ anche vero che l’effetto “Montezemolo” e l’infatuazione passeggera della borsa per tutto ciò che abbia a che fare con il lusso possa far crescere ulteriormente il titolo senza che poi effettivamente la società realizzi maggiori utili.

Io preferisco attenermi ai movimenti delle stelle, lasciando ai trader nevrotici mordi-e-fuggi tutto quello che Newton non riusciva a prevedere.

Categoria:
Articolo creato 1724

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto