La faccia come il

marchionne.jpg Il divorzio Fiat-GM già l’ho raccontato ad un bambino di tre anni.
Mi soffermo oggi sul sorprendente dorso del Corsera uscito il 17 febbraio. In un paginone pubblicitario a colori Luca-Luca e Marchionne scrivono a caratteri cubitali: “Dedicato a tutti i tifosi dell’Italia. Oggi per noi è un giorno importante. Perché oggi la Fiat è di nuovo tutta italiana. O se preferite, l’Italia si è ripresa la Fiat. Si è ripresa un bene che le appartiene da sempre. Si è ripresa un patrimonio che da oltre un secolo fa parte della nostra storia, della nostra cultura. Perché gli italiani le auto le hanno sempre sapute fare. E’ un passo decisivo per affrontre le sfide che ora ci attendono. Noi ci crediamo. Continuate a tifare per noi.”

Non sto a criticare un uso manieristico e smodato dell’anafora; non mi permetto neanche di rimarcare che hanno cominciato due frasi, una dopo l’altra, con delle congiunzioni. Non si può però non notare la sfacciataggine del contenuto! “L’Italia si è ripresa la Fiat”. Come!? Fiat SpA avrebbe rifilato volentieri il pacco Fiat Auto a GM! Si sono fatti pagare 1.55 miliardi di euro per tenersela! “Perché gli italiani le auto le hanno sempre sapute fare” A pag 25. del Corsera, proprio lo stesso in cui compare questo paginone pubblicitario, parlano della quota di mercato Fiat: -16.9% in Europa!

Se cominciano a spendere i soldi della put per pubblicare cacchiate del genere, stiamo messi proprio bene!

Categoria:
Articolo creato 1724

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto