Ridateci Selvaggia

Io sono cultore del trash. Ci sguazzo e lo apprezzo come salutare antidoto contro lo snobbismo. Non c’è dunque da meravigliarsi se ho passato in rassegna con interesse divertito tutta la produzione dei fratelli Vanzina a partire dal primo Vacanze di Natale, fino ai vari Paparazzi e Tifosi (senza dimenticare Febbre da Cavallo). Sarà pure un luogo comune dirlo, ma questi film rappresentano un ritratto schietto ed accurato delle peculiarità italiane in ogni epoca: confrontando vancanze di natale ’90 con l’edizione del 2000 c’è materiale per scrivere una tesi intera sui cambiamenti avvenuti nell’ultimo decennio.


Ecco perché non ho storto il naso vedendo i manifesti di Vita Smeralda e mi sono fiondato al cinema. Purtroppo, però, il film è davvero desolante. Forse, tutto sommato, il film non è fatto male o almeno è in linea con un Sapore di Sale girato 20 anni prima. Ad esser desolante, forse, è l’immagine squallida e, ahimè, veritiera che il film dà dell’estate italiana nel 2006.

Categoria:
Articolo creato 1724

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto