Libia

Non è che l’abbiano detto in molti, ma il pericolo più grosso della bravata di Calderoli è stato che la Libia chiudesse i rubinetti del Gas facendo venire a mancare 28 milioni di metri cubi al giorno. A quel punto, con le riserve strategiche già intaccate e Gazprom che continua a fare i capricci per ottenere spazzi nel mercato italiano della distribuzione, il collasso energetico dell’Italia sarebbe stato assicurato.

Si capisce quindi perché Berlusconi e Fini si siano messi praticamente a pecorina mentre chiedevano scusa a Gheddafi per essersi fatti incendiare e devastare il consolato di Bengasi. Intendiamoci: che Calderoli fosse indegno del ruolo di ministero della repubblica l’avevo giù espresso qui, e mi solleva sapere che non sieda più a Palazzo Chigi. Mi risulta però difficile accettare di dover chiedere scusa per una t-shirt, senza poterne pretendere per un consolato devastato (poteri del metano).

Categoria:
Articolo creato 1724

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto