L’oselin de la comare (parte terza)

Pinocchietto Marchi, che giurava in veneto, italiano e inglese che non c’era la mano di SAVE dietro il rialzo di Gemina, a fine giornata fa uscire questo comunicato:

Gemina, Save ha l’11,5%, per la quota aperti tutti gli scenari
17:10-09/02

MILANO, 9 febbraio (Reuters) – Save detiene attualmente l’11,53% di Gemina e l’ultimo acquisto è avvenuto lo scorso 14 dicembre. Lo dice una nota della societý che gestisce gli aeroporti di Venezia e Treviso in relazione a notizie apparse oggi su alcuni quotidiani. Al fine della valorizzazione della partecipazione, prosegue la nota, Save considera aperti tutti i possibili scenari: “il mantenimento dell’attuale investimento a prescindere dall’eventuale ingresso o meno nel patto di sindacato, la cessione di parte e/o dell’intera partecipazione, e/o, attraverso un’operazione di mercato, l’incremento della partecipazione volto a sviluppare una strategia sinergica tra gli aeroporti di Roma e Venezia”.

La quota in Gemina, che controlla indirettamente Aeroporti di Roma, precedentemente comunicata da Save era pari al 10,408%. Nei mesi scorsi Save aveva proposto a Gemina un piano di integrazione industriale delle rispettive partecipazioni aeroportuali, chiedendo anche l’ingresso nel patto di sindacato.

Nella nota il gruppo veneto precisa inoltre che non sono in essere operazioni in derivati, neppure quelle comunicate al mercato il 21 ottobre e chiuse a fine novembre.

Ricomincia l’avventura di un altro scalatore….

Categoria:
Articolo creato 1724

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto