Dany-Log

« | Home | »

VW, Gas Auto

Inserito da danybus | settembre 25, 2015

Volkswagen_Das_Auto

Messa da parte la schadenfreude verso i tedeschi e tutte le battute del caso, faccio qualche riflessione sul caso VW:

1) Il diesel inquina da morire, ma in Europa non si sono mai fatti test seri al riguardo per evitare di penalizzare un settore con migliaia di dipendenti. Sono scelte. A Taranto si è tollerato per anni un inquinamento mortale per preservare posti di lavoro. Ma a questo punto a cosa serve tutta questa pantomima su Euro5, Euro6, auto elettrica, ecoincentivi e compagnia bella quando permettiamo liberamente la circolazione di auto che emettono ossidi di azoto a manetta? Qui c’è un paper di un anno fa dell’International Council of Clean Transportation in cui risulta palese che tutti i diesel catalogati come Euro5 ed Euro6 eccedono di oltre 7 volte i limiti di emissioni ossidi di azoto.
VW (e forse altri) hanno equipaggiato i propri veicoli con un software speciale per superare i test statunitensi e vendere macchine diesel da quelle parti. In Europa i margini e le condizioni dei test sono così laschi che VW e le altre case automobilistiche non hanno avuto alcun bisogno di barare. Come per la disciplina di bilancio, come per la gestione dei flussi migratori, un Europa con un mercato unico e 28 campanili diversi produce storture come questa in cui ogni paese gareggia al ribasso sul rigore dei test per evitare di danneggiare la propria industria.
Lo scandalo non è VW, ma l’Europa che, non solo ha permesso che venissero messe in circolazioni macchine fortemente inquinanti, ma ci ha anche appiccicato le varie etichette Euro “n” illudendoci di non inquinare.

2) Le macchine incriminate non devono essere sostituite, basterà semplicemente aggiornare il software in modo tale che il motore impieghi bene la valvola di ricircolo dei fumi esausti EGR (Exhaust Gas Recirculation). Spiegata in maniera terra terra, i motori diesel per inquinare meno fanno uso di questa valvola che reimmette nella camera di combustione i gas esausti in modo tale da bruciarli e non farli andare direttamente in atmosfera. Questo crea delle inefficienze nel motore che avrà prestazioni più basse e consumi di carburante più elevati. Il computer di bordo delle VW fa in modo di non utilizzare a pieno la EGR per ottenere prestazioni migliori, salvo poi utilizzarlo a pieno quando capisce che sta per essere testato per le emissioni.
Provate a fare un giro su google cercando il termine “esclusione valvola EGR” e vi accorgerete che i consumatori, prima ancora delle case automobilistiche, si sono ingegnati per escludere tale valvola. Già, proprio come i possessori di iPhone che installano il Jailbreak ai propri smartphone per superare alcuni limiti imposti da Apple. Quindi non solo abbiamo un parco macchine diesel che inquina molto, ma potenzialmente ognuno è libero di fare una piccola modifica al computer di bordo della propria vettura diesel per fare in modo che consumi di meno, che vada più forte e che inquini come un trattore.
Queste sono tutte cose arcinote, di dominio pubblico ben prima che scoppiasse il diesel gate della VW. Se VW si fosse astenuta dal vendere macchine diesel negli Stati Uniti (dove tra l’altro non sono così diffuse) limitandosi a venderle in tutti gli altri paesi dove non c’era neanche bisogno di barare per superare i test ambientali, non avremmo mai avuto nessuno scandalo.

3) Con questo scandalo, il software diventa protagonista di un’industria dove l’hardware l’ha sempre fatta da padrone. D’ora in poi, per capire quanto una macchina sia in linea con gli standard ambientali imposti (più o meno severi) non sarà sufficiente testare il suo hardware, ma sarà necessario anche analizzarne il software che la fa funzionare assicurandosi che il costruttore abbia inserito salvaguardie abbastanza robuste da evitare manomissioni degli utenti.

Commenti disabilitati su VW, Gas Auto

Share |

Comments are closed.