Macelleria Spread

Chi scrive è un entusiasta del governo Monti della prima ora. Dopo un ventennio di nulla e paillette era comprensibile lasciarsi trasportare dalla speranza e dismettere le pur ragionevoli critiche sul deficit di democrazia con cui nasceva il governo tecnico. Chi scrive è anche un inguaribile allergico alle iperboli del populismo e alle civetterie tra parti sociali, per cui leggendo un presidente di Confindustria parlare di “Macelleria Sociale” per criticare la spending review ho subito starnutito e rimosso quelle critiche.

Nondimeno mi è dispiaciuto ascoltare le reazioni del presidente Monti che si trovava a Bruxelles per partecipare all’Ecofin. Ha sostenuto che c’è bisogno di coesione e che dichiarazioni come quelle di Squinzi fanno aumentare lo spread (e quindi anche i costi del debito per gli iscritti di Confindustria che Squinzi rappresenta) per il clima di instabilità che provocano.

Brandire lo spauracchio-spread è una reazione prettamente politica che non ci si aspetterebbe da un tecnico. Lo spread sale per ben altri motivi e Monti lo sa bene, visto che ha partecipato nell’ultima settimana al Consiglio Europeo e all’Ecofin. Monti non è il ministro dello spread, non è stato scelto dal popolo (meglio così) e per questo ha un dovere ancora più alto nei confronti delle istituzioni più alte che l’hanno chiamato a risanare il Paese, non nei confronti dello spread. Squinzi non rappresenta alcun partito e la stabilità politica non è certo fra le sue responsabilità. Ha tutto il diritto di criticare, anche di criticare malamente. Monti può scegliere se ignorare o considerare quelle critiche, ma non ha il diritto di utilizzare la paura dello spread come l’amministrazione Bush ha utilizzato la paura del terrorismo.

Detto questo, avanti così: cercherei però di ingaggiare un tecnico della comunicazione come portavoce e responsabile dell’ufficio stampa.

Categoria:
Articolo creato 1724

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto