Frottole insostenibili, debiti insostenibili

Diciamocela tutta.

Chiudere con il pareggio del bilancio primario (la differenza tra entrate e spese del govero prima del pagamento degli interessi sul debito pubblico) o con un disavanzo del 2-3% non sposta di un millimetro la (in)sostenibilità di un debito pubblico che pesa per il 120% di un PIL stagnate.

Se gli investitori esteri (che finanziano per metà il nostro debito pubblico) decidono di non sottoscrivere le nuove emissioni di titoli pubblici per rifinanziare il vecchio debito in scadenza (roll over), è finita. Se i risparmiatori italiani hanno sempre meno risorse per sottoscrivere BOT o, peggio, cominciano a sottoscrivere Bund anziché BTP, è finita.

Il Tesoro sta giocando una partita di poker con i mercati finanziari. Questi alzano la posta vendendo BTP e il tesoro rilancia con una manovra da 40 miliardi approvata in tempi record. Il problema è che 40 miliardi sono briciole rispetto a 1.800 miliardi di debito. Il problema è che le fiches con cui gioca il tesoro sono pensioni, sanità e sviluppo.

Finché l’Europa non metterà sul piatto le fiches pesanti, i mercati continueranno a “vedere” i rilanci del tesoro (proprio come ha fatto nei casi di Grecia, Irlanda e Portogallo).

Stando così le cose, si possono chiedere sacrifici ai cittadini se lo scopo è quello di farci belli agli occhi dell’Europa e poter spingere per una soluzione europea (chiamiamola “Unione fiscale”, trasferimenti e assistenza finanziaria, eurobond, e-bond) in grado di spiazzare i mercati.
Se invece spieghiamo ai cittadini che devono pagare il ticket sulle visite specialistiche e pagare una tassa sul dossier titoli per mettere in sicurezza i conti e calmare i mercati finanziari, beh, ci stiamo raccontando delle frottole.

Di seguito l’andamento del prezzo del BTP decennale emesso il 1 settembre del 2010.

Schermata 2011-07-18 a 20.40.13.png

P.S. Aggiungo che ogni critica di carattere politico sulla manovra è ridicola quanto la manovra stessa. I mercati oggi non hanno bocciato la manovra, hanno semplicemente reagito alla mancanza di coesione e coordinamento a livello europeo. Allo stesso modo, una soluzione della crisi sarebbe difficilmente attribuibile alla manovra in sé, bensì a una soluzione europea.

Purtroppo ci vorrebbe molta diplomazia per risolvere questa crisi e in quel campo soffriamo di un deficit non inferiore a quello registrato nei conti pubblici.

Categoria:
Articolo creato 1724

Un commento su “Frottole insostenibili, debiti insostenibili

  1. Quando con un bel colpo di stato diventerò il nuovo dittatore di questo paese, ti metterò a capo del Ministero dell'Abbondanza.

    M.

I commenti sono chiusi.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto