Agnelli bricconcelli

Per fortuna che alla Consob c’è Cardia che non ha intenzione di farsi fare le scarpe come il suo predecessore. Non si è fatto menare in barca da Fazio e compagni, figuriamoci dagli Agnelli.

Ieri sono stati chiesti ad IFIL ulteiori dettagli in merito all’operazione antidiluitiva di cui avevo parlato ieri e sono venute fuori cosette molto interessanti.

Non solo l’operazione era poco trasparente, contro il mercato e contro le banche che hanno aiutato FIAT. C’è di più. Da questa operazione gli Agnelli hanno guadagnato un bel po’ di soldini con un’operazione intragruppo tutta ai danni di IFIL (la società quotata).

Il contratto di Equity SWAP di cui si è parlato ieri è stato sottoscritto da EXOR che è controllata solo per il 30% da IFIL. Il restante 70% è controllato dalla SAPA della famiglia Agnelli (che è l’unica società della lunga catena a non esser quotata).

IFIL compra da EXOR le azioni FIAT ad un prezzo di €6,5 e questo lo sapevamo. Quello che non spaevamo è che EXOR aveva comprato le azioni da Merryl Lynch tramite il contratto di Equity Swap ad un prezzo di €5,6 per azione. In pratica EXOR ci ha guadagnato €74 milioni di plusvalenza che andranno tutti a finire nella SAPA degli Agnelli.

A chi dice che poverini gli Agnelli non avevano soldi ed era l’unico modo per mantenere la partecipazione di controllo in FIAT, ricordo che proprio nella primavera 2005 IFIL ha comprato una partecipazione in Sanapolo IMI ad un valore di 1200 milioni di euro. Soldi con i quali avrebbero potuto mantenere la partecipazioe di controllo in FIAT a prezzi di mercato, comportandosi da signori e senza ricorrere ad alchimie finanziarie da palazzinari.

Anche oggi sul Corsera (che per l’1% è di FIAT) nessuno che dica due paroline sul fatto che Lapo e famiglia da questa operazione ci hanno guadagnato 74 milioni di euro. Qualcuno può ribattere “Si ma IFIL ha speso 500 milioni per questa operazione”. IFIL è controllata solo per il 60% da IFI, che è a sua volta controllata al 50% dalla SAPA degli Agnelli. Per magia delle catene societarie gli Agnelli non hanno poi speso tanto. L’esborso è stato tutto diluito tramite società quotate, la plusvalenza invece è tutta concentrata in EXOR, società non quotata, controllata al 70% dalla SAPA non quotata.

Non mi dispiacerebbe se Cardia ora li obbligasse a lanciare un’OPA obbligatoria su FIAT. Sostanzialmente IFIL entra in possesso del pacchetto solo dopo il convertendo, ma in pratica visti gli accordi intercorsi con ML ed EXOR è come se già avesse acquisito quel pacchetto di azioni FIAT superando la quota del 30% che fa scattare l’obbligo di OPA. Grande Stevens se l’è studiata bene quest’operazione e mi sa che non lo fregano, però sarebbe divertente se Cardia mettesse anche a lui i bastoni tra le ruote della Grand Punto.

Categoria:
Articolo creato 1724

2 commenti su “Agnelli bricconcelli

  1. Concordo con te quando dici che tutto sommato questa gente sa farsi i conti molto bene, e che difficilmente scatteranno ingiunzioni Consob (del resto, IFI IFIL ed EXOR non hanno mai avuto obblighi di riacquisto cash del capitale sottoscritto dalle banche, e l’equity swap è un contratto bilaterale che non passa per la Borsa, quindi fuori la competenza Consob).

    All’origine di tutta la vicenda c’è l’inefficenza del mercato del credito. Tecnicamente, FIAT è una società non troppo lontana dal default, che resta in vita grazie al sostegno delle banche (ed al placet del Governo).

    Up.

  2. azz ragazzi.. sono finito qui più o meno per caso, chedire.. ovviamente che c’è tanta brutta gebte in giro e non è certo la gente per le strade. Fate benissimo a denunciare queste cose ma bisognerebbe dirle anche alla gente, quelle della strada.. Noi siamo un gruppo di studenti interfacoltà di Padova e Ferrara che stanno provando a mettere insieme un po’ di gente con le idee chiare per un bollettino-notiziario sul mondo, quello vero e crudo..
    Se a qualcuno va di collaborare ben venga! scrivetemi che ci sentiamo,
    intanto buon lavoro
    A presto
    Antonio

I commenti sono chiusi.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto