La scissione col botto

Come segnalato in più articoli di fine dicembre, il 2010 è stato un anno nero per il nostro mercato azionario: tra delisting, ipo latitanti e zavorra dei titoli bancari, Piazza Affari ha chiuso il primo decennio del ventunesimo secolo in maniera lugubre.

Il 2011 si apre con una bella gaffe. Si sa da mesi che oggi avrebbe debuttato a Piazza Affari il nuovo titolo Fiat Industrial S.p.A. risultante dall’operazione di scissione della vecchia Fiat. Tecnicamente si tratta di un’operazione piuttosto banale, ma visto che ha coinvolto titoli per una capitalizzazione complessiva di quasi 20 miliardi di euro, entrambi componenti di un indice (il FTSE MIB) su cui sono scambiati importanti derivati, meglio controllare tutto per benino ed andarci piano con i brindisi di fine anno.

Secondo voi come è andato il debutto della Fiat scorporata? Benino: la somma delle due azioni scorporate vale circa il 2% in più della Fiat S.p.A. ante scissione. Tecnicamente, invece, l’operazione è stata un disastro per Borsa Italiana.

Ore 09.27 – Borsa Italiana, divisor indice Ftse Mib non corretto.
Ore 10.03 – Borsa, derivati su indice Ftse Mib sospesi
Ore 11:30 – Borsa Milano, indice Ftse Mib corretto, in rialzo oltre 2%
Ore 11.35 – Prodotti derivati sull’indice FTSE MIB italiano sono sospesi a seguito della conferma di FTSE che il valore del divisor dell’indice non è corretto. Lo comunica in un avviso pubblicato sul suo sito Borsa Italiana, aggiungendo che seguiranno altre comunicazioni.
Ore 12.00 – nessuna comunicazione ancora

Intanto alle 10.00 l’AD di Borsa Italiana Raffaele Jerusalmi dichiarava:

Oggi è una giornata storica per Fiat e anche per Borsa Italiana, visto che Fiat è uno dei titoli più vecchi ed è in quotazione dagli inizi del ’900. Mi aspetto un grande interesse attorno a questa scissione. Siamo molto ottimisti

Beati voi.

P.S. Visto che siamo in argomento, mi preme precisare che il titolo Fiat S.p.A. quotato a Piazza Affari oggi è tecnicamente lo stesso titolo (stessa società, stesso codice fiscale, stesso ISIN) di sempre amputato di un ramo aziendale. Non è corretto quanto riportato dalla stampa finanziaria secondo cui ci sarebbero due nuovi titoli a Piazza Affari. Di nuovo c’è solo Fiat Industrial che è la società beneficiaria della scissione del ramo d’azienda dalla vecchia e cara Fiat S.p.A.

Categoria:
Articolo creato 1724

Un commento su “La scissione col botto

  1. Ciao,

    stamattina ho assistito al grande evento. La mia lettura e' la seguente.
    Siccome la Borsa Italiana non sapeva e non poteva calcolare un prezzo base di riferimento per il nuovo pezzo Fiat Industrial (che nell'indice era gia' previsto prendere il posto di Italcementi), alle ore 9 l'indice FtseMib si comportava in questo modo: (1) la FIAT Spa, orfana della Fiat Industrial stava a meno della meta' del prezzo del 30 dicembre, -54%, quindi tecnicamente sospeso per volatilita' del prezzo ed escluso dall'indice; (2) la Fiat industrial passava da 0 a 9 euro “in poco meno di un secondo” (cit. De Gregori, Titanic), inclusa nell'indice; (3) di conseguenza l'indice FTSEMIB faceva un +3.7%, cioe' saliva piu' di tutti i titoli che lo componevano.
    A un certo momento a qualcuno e' venuto un dubbio. Come puo' la media di una serie variazioni di prezzo salire di piu' del titolo che cresce.
    Allora si e' ritornati a ragionare.
    Ex post, Borsa Italiana ha comunicato dei prezzi di riferimento (direi inventati), che praticamente copiavano i prezzi con un 2-3% in meno.
    A questo punto e' stato possibile calcolare un indice corretto.
    Quale e' il problema? E' che FIAT industrial teoricamente entra nell'indice domani e non oggi, perche' il peso non si poteva calcolare.

    Risultato finale: tutti le operazioni su derivati ed ETF (immagino) sono state cancellate. I gestori che avevano giustamente lucrato sulla differenza non capiscono piu' nulla.

    Commento: operazione come dici tu banale. Il problema e' che Borsa Italiana non e' piu' italiana. E che l'indice non lo fa piu' la Borsa ma e' stata data in outsourcing a un'azienda esterna.
    Diciamo che l'indice italiano non e' in cima alle priorita' di questi signori, per non diventare scurrili…

    bacca

I commenti sono chiusi.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto