Sperare nel Futuro

Pagina 7 de Il Sole 24 ore di oggi. C’è un’allucinante intervista a Paolo Gentiloni, deputato del PD, che, nel commentare la recente separazione dei futuristi finiani, si esprime più che contrariamente sull’eventualità di tornare alle urne. Non sia mai.

L’importante è sancire la fine del berlusconismo. Per questo va evitato il voto anticipato a ogni costo e non va escluso perfino l’appoggio a un governo Tremonti.

Chi legge le rare e brevi incursioni di questo blog sul terreno politico, si sarà fatto forse un’idea vaga del mio vago orientamento elettorale, ma avrà capito che ho sempre ritenuto deleteria l’antipolitica che ha caratterizzato l’ascesa di Berlusconi. Non ho mai amato un bipolarismo imperfetto che ha preso le pieghe di una personalissima demagogia corrosiva per la destra, la sinistra e il paese.

Potrei essere quindi d’accordo con Gentiloni: bisogna sancire la fine del berlusonismo. C’è però un non-detto, un sottinteso tragico in ciò che segue la prima affermazione dell’ex ministro delle comunicazioni: se si va di nuovo alle urne non solo la sinistra perderà, ma il centrodestra andrà al governo con un parlamento ancora più addomesticato, libero da uno scomodo presidente della camera e scevro di futuristi traditori. Ergo, molto meglio un appoggio esterno a un secondo governo di destra guidato da Tremonti, che vedere di nuovo Berlusconi ricevere l’ennesima investitura dal Popolo Sovrano.

A volte mi trovo a condividere questa visione pessimistica del Popolo Sovrano che si tura il naso e mette la crocetta sul simbolo del PDL. Io, però, non faccio il politico, non sono all’opposizione e non ho il dovere di proporre a quel Popolo Sovrano e Stanco un’alternativa politica. Gentiloni, invece, pagato per questo, sventola bandiera bianca (“tanto non ce la faremo mai”) e si tura il naso come il Popolo Sovrano. Popolo che poi voterà inevitabilmente chi lo lusinga e chi ci crede.

Abbandonata ogni speranza sulla/dalla sinistra, c’è solo da sperare nel Futuro (e Libertà), con tutte le dovute perplessità del caso.

Categoria:
Articolo creato 1724

3 commenti su “Sperare nel Futuro

  1. Si vede che i politici non vivono nel mondo reale, la crisi modificherà il voto o in non voto.
    Se però parto già battuto in una competizione, allora forse sarebbe meglio che se andasse a pesca nel laghetto con gli altri pensionati

  2. Esatto: sa anche lui che fanno ridere; predico un astensionismo elettorale al 100% da tempo immemore ormai.. alle prossime elezioni lo metterò in pratica.. o mi faccio annullare la scheda perché non c'è nessuno in grado di rappresentarmi.

  3. Esatto: sa anche lui che fanno ridere; predico un astensionismo elettorale al 100% da tempo immemore ormai.. alle prossime elezioni lo metterò in pratica.. o mi faccio annullare la scheda perché non c'è nessuno in grado di rappresentarmi.

I commenti sono chiusi.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto