πλούτος e Pippo

C.V.D.: come volevasi dimostrare. Il mercato continua a non bere le notizie sul salvataggio della Grecia e a mettere l’Unione Europea alle strette snobbando i titoli di uno dei membri dell’Euro: oggi il rendimento del decennale greco è intorno all’8,3%, più di 5 punti percentuali oltre il rendimento di un analogo titolo tedesco. Un record storico, un livello insostenibile per le finanze greche e un numero che nella sostanza mette già la Grecia fuori dall’Unione Monetaria Europea.

I giornali e gli addetti ai lavori parlano spesso di “rendimenti” e “spread” sui titoli tedeschi, ma cosa vuol dire nella prassi? Cosa comporta ciò per chi un anno fa ha comprato un “Btp greco”? Ecco cosa vuol dire:
yieldgr

Se un anno fa avevate investito 100.000 euro in un titolo di stato greco con scadenza 2018 e cedola annuale del 4,6% (molti greci mettono al sicuro i loro risparmi comprando titoli di stato, come noi italiani compriamo BTP e BOT per mettere al sicuro i nostri) e se oggi voleste vendere perché avete bisogno dei vostri risparmi prima della scadenza, vi ritrovereste con 80.000 euro. Una minusvalenza del 20% su un titoli di stato. Inutile sottolineare che molte banche greche (per non parlare delle banche europee) hanno questi titoli in portafoglio il cui peso può anche essere molto rilevante sugli attivi, trattandosi di titoli di stato all’epoca considerati “sicuri”.

Subprime redux…

Categoria:
Articolo creato 1724

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto