Dany-Log

« | Home | »

Si sale e poi si scende

Inserito da danybus | settembre 24, 2009

Noto solo ora questo paper di Eurostat in cui si afferma che negli anni dal 2001 al 2006 il prodotto interno lordo pro-capite delle diverse regioni dell’Unione Europea si è uniformato molto grazie ad una crescita superiore alla media dei paesi che erano rimasti più indietro.
Riporto qui sotto una mappa in cui si mostrano graficamente le regioni che si sono rese più o meno protagoniste di questo cambiamento.

pppeu27

Laddove il rapporto tra pil pro-capite della regione e pil pro-capite medio della UE è rimasto pressoché identico (con variazioni positive o negative inferiori o uguali al 2%) il colore è arancione chiaro. Più scuro è il colore, più la regione ha aumento il il suo pil pro-capite relativamente alla media UE fra il 2001 e il 2006. La maggior parte delle regioni italiane sono in arancione chiarissimo: ciò vuol dire che il rapporto tra pil pro-capite di quelle zone e pil pro-capite della UE è sceso più di sette punti percentuali (se nel 2001 il pro-capite dell’Italia e della media UE erano entrambi 100, nel 2006 è come se quest’ultimo fosse arrivato a 108, mentre quello dell’Italia fosse rimasto a 101, che poi è quello che è successo nella realtà). In Spagna, come intuibile dai colori, è successo esattamente il contrario e questo è riscontrabile nel famoso “sorpasso“.

E’ abbastanza scontato, ma è bene osservarlo. I paesi più scuri (Spagna, Irlanda, Uk, repubbliche baltiche, Ucraina) sono quelli che oggi hanno subito contrazioni straordinarie della loro economia in conseguenza della crisi finanziaria. Prima di dire che la “Finanza” è stata responsabile della crisi, bisognerebbe anche riconoscere con franchezza che è merito della finanza se Eurostat può pubblicare fantastici paper dove con toni trionfalistici si dice che gli standard di vita in EU27 si sono uniformati con una rapida crescita delle economie meno sviluppate. Il meccanismo si è senz’altro inceppato, ma per anni ha permesso una veloce circolazione del denaro permettendo un rapido sviluppo delle regioni a più alto potenziale.

I tecnici della commissione, che stanno in questi giorni mettendo a punto il nuovo quadro normativo per mercati e istituzioni finanziarie, farebbero bene a tenerlo in mente per non buttare il bambino con l’acqua sporca.

3 Comments »

Share |

3 Responses to “Si sale e poi si scende”

  1. facebook-757200178 Says:
    settembre 25th, 2009 at 4:17 am

    E' comunque desolante vedere quel marroncino sbiadito su tutta la penisola…

  2. facebook-757200178 Says:
    settembre 25th, 2009 at 8:17 am

    E' comunque desolante vedere quel marroncino sbiadito su tutta la penisola…

  3. BIBIS Says:
    maggio 11th, 2011 at 10:30 pm

    la calabria, noto motore dell' economia italiana…..

    ps: chi cavolo l' ha fatta quella mappa senza senso?