Falcon svizzeri, Falcon italiani

Mentre qui da noi siamo tutti intenti a preparare i festoni e i cotillon per i festeggiamenti libici di Gheddafi, gli amici della Confederazione Elvetica lavorano attivamente per far rientrare in patria due cittadini svizzeri trattenuti in Libia da più d’un mese a seguito di un cavillo burocratico riguardante i loro visti di soggiorno. I motivi reali di tanto zelo delle autorità libiche nell’applicare le norme sull’immigrazione nei confronti degli svizzeri (ma mai nei confronti di migliaia di disperati che utilizzano le coste libiche per sbarcare a Malta e Lampedusa) è da collegare senza dubbio all’arresto di Moamer Kadhafi a Ginevra, accusato di molestie e schiavitù ai danni di alcuni membri della sua servitù.

Qui però non voglio parlare proprio di tutta la complessa vicenda diplomatica tra Svizzera e Libia.

Nei giorni scorsi la Confederazione aveva inviato un Falcon in Libia per riportare a casa gli “ostaggi” dopo aver raggiunto un accordo con Gheddafi. I libici invece si sono presi ancora qualche giorno e hanno preteso che i due svizzeri fossero rimpatriati su normali voli di linea.

Il dipartimento federale delle finanze ha sentito quindi il bisogno di diramare questo comunicato:

Berna, 28.08.2009
Il «Falcon» della Swiss Air Force è ritornato in Svizzera stanotte da Tripoli in quanto deve essere utilizzato per altri scopi. La delegazione svizzera è rientrata con il «Falcon». I due uomini d’affari svizzeri si trovano ancora a Tripoli. I preparativi del loro rimpatrio proseguono.

Tanto candore e trasparenza nel rendere conto ai propri cittadini di come viene utilizzato il Falcon della Swiss Air Force mi fa venire gli occhi lucidi. Provate a immaginare un comunicato analogo di via XX settembre:

il Falcon della Repubblica Italiana è atterrato ad Olbia stanotte per trasportare Apicella, una ballerina di Flamenco, una battona ed Emilio Fede al fine di allietare le serate degli ospiti del Presidente del Consiglio dei ministri. Ritornerà a Roma tra una settimana facendo prima scalo a Bari per ragioni tecniche.

Articolo creato 1724

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto