Il tigrotto castrato


ThinkSecret ha pubblicato foto e recensione delle prime macchine Macintosh equipaggiate con processore Intel. Si tratta di hardware dedicato agli sviluppatori dei futuri programmi per il nuovo Tiger-Intel. I primi esemplari ufficiali verranno messi in commercio nel 2007.

Questi i punti salienti dell’articolo

1) Tiger su Pentrium 3 Ghz va che è una bomba

2) Si può tranquillamente installare Windowx XP in una partizione del disco rigido. In questo modo si avrà in un unico computer la possibilità di far girare sia Windows XP sia Mac Os X Tiger.

3) Mac Os X Tiger potrebbe potenzialmente essere installato su qualsiasi sistema Pentium attualmente in commercio. Potenzialmente. In realtà prima dell’installazione Tiger andrà a controllare la presenza di un chippettino in assenza del quale Tiger non girerà.

Apple ha volutamente castrato il suo tigrotto per evitare che possa essere installato su computer non Apple. Così facendo rinuncia a una bella fetta di mercato. Perché?

La domanda sorge spontanea, soprattutto per tutti coloro che ora avevano fatto un piccolo pensierino per installare Tiger sui loro PC e che si ritrovano fregati.

La risposta per chi conosce bene Apple ed il suo modello di business è altrattanto ovvia, ma poco convincente. Apple si è da sempre proposta come un’azienda venditrice di sistemi in cui hardware e software sono strettamente integrati, parti indissolubili di un unico progetto. Questo auementa fortemente i margini e la qualità del prodotto che non deve scontare problemi di incompatibilità e di driver che hanno da sempre fatto penare gli utenti di sistemi Windows.
Ok, sta bene. Però se Apple si mettesse a vendere Tiger stand-alone per PC di marca non Apple vi assicuro che potrebbe fare una caterva di soldini. Lo dico perché so bene come un utente Windows si sente dopo aver provato Tiger. Lo dico perché io ho speso duemila euro per hardware e software macintosh. Lì fuori ci sono tanti, tantissimi utenti che spenderebbero 100-200 euro per installare sul proprio PC Tiger. Forse Apple ha fatto le sue valutazione e ha deciso che guadagnerebbe più puntando sui pochi che spendono tanto per hardware e software macintosh, piuttosto che rincorrere i molti che si comprerebbero solo il software (magari copiato). Dopotutto se Tiger si potesse installare su qualunque PC di fascia economica le vendite di hardware targato Apple, quelle su cui i margini sono più elevati, crollerebbero non poco.

Staremo a vedere. Certo è che questa storia di Tiger per Intel castrato ha fatto tirare un bel sospiro di sollievo a Microsoft…

Categoria:
Articolo creato 1724

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto