Il promotore Silvio

Ecco quanto dichiarava imprudentemente il Presidente del Consiglio il 9 ottobre quando Enel valeva 4,3 euro.

Comprare Eni ed Enel. In particolare il premier ha sostenuto che «è il momento di comprare Eni e Enel, perché le azioni con quei rendimenti dovranno ritornare al loro vero valore». Le azioni di Eni e Enel, ha detto Berlusconi, «ora sono sottovalutate» visto che sono «aziende che continuano a fare utili»

Oggi a seguito di indiscrezioni su un possibile aumento di capitale Enel è crollata dell’8% circa arrivando a valere 3,94 euro. Chissà, se magari l’avessero informato dell’aumento di capitale, Berlusconi non avrebbe consigliato azioni Enel agli italiani. Adesso c’è da vedere a che prezzo verrà lanciato un eventuale aumento di capitale. Per non evitare ulteriori figuracce non è consigliabile un prezzo troppo basso.

Categoria:
Articolo creato 1724

3 commenti su “Il promotore Silvio

  1. Non tutto il male viene per
    nuocere…http://inazione.myblog.it/archive/2009/02/27/aumento-di-capitale-enel.html

  2. Come facevano notare in altri blog il dividendo dell’ENEL risulterà comunque alto proprio perché consigliato da SB in virtù del suddetto.
    Con il taglio del dividendo si poteva risparmiare parte dell’aumento di capitale.

  3. No, questo non è corretto. Diciamo che il monte dividendi resi sempre 100. Se per finanziarlo deve emettere 10 azioni in più, il dividendo per azione dovrò per forza ridursi. Di quanto? Dipende da quante azioni ho emesso e quindi dal prezzo di emissione. Un taglio del dividendo avrebbe comunque avuto effetti negativi sui corsi dell’azione enel (come l’aumento di capitale d’altronde), ma almeno sarebbe stato più trasparente. Dopo mi sa che scrivo qualcosina al riguardo…

I commenti sono chiusi.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto