Private equity in Italia

Ad inizio anno, ho indossato i panni di Nostradamus facendo un po’ di previsioni sulle tendenze del 2007: uno dei vaticini prevedeva che anche il 2007 sarebbe stato un anno record per il private equity.

Posso anticiparvi che in Alitalia entrerà un fondo di private equity e che la il nuovo pacchetto Bersani darà un ulteriore impulso al settore: in particolar modo sarà previsto una defiscalizzazione degli utili delle impresa che avranno aperto il proprio capitale a fondi di private equity. Sospetto che non sia casuale questo incentivo: lo definirei uno zuccherino per Texas Pacific Group (fondo di private equity americano) che è dato come principale contendente per l’asta su Alitalia.

Intanto pregherei la stampa di finirla di continuare a definire i fondi di private equity “locuste”: è gia difficile convincere un imprenditore ad aprire il capitale della propria azienda ad un investitore istituzionale, il termine locuste non aiuta affatto.

(per chi non sapesse cos’è un fondo di private equity, se n’era parlato qui)

Categoria:
Articolo creato 1724

Un commento su “Private equity in Italia

  1. Locuste o no, visti i capolavori del sedicente “capitalismo” di casa nostra (il capitalismo onanista, lo chiamo io), ben vengano i private, almeno ci ricodano un po’ a cosa servono i soldi

I commenti sono chiusi.

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto